AGENZIA PROVINCIALE PER
LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE

A seguito della deliberazione della Giunta provinciale n. 2960 di data 29 dicembre 2006, ai sensi della quale l'A.P.Ra.N. è stata autorizzata a sottoscrivere in via definitiva l’accordo provinciale stralcio relativo al biennio economico 2006-2007 del personale ATA e assistente educatore delle scuole ed istituti di istruzione elementare e secondaria, del personale insegnante e dei coordinatori pedagogici delle scuole dell’infanzia e del personale per la formazione professionale della Provincia autonoma di Trento, il giorno 16 gennaio 2007, ad ore 15.00, nella sala vetri di Piazza Fiera, 3 a Trento, ha avuto luogo l'incontro tra l'Agenzia provinciale per la rappresentanza negoziale, composta da:

 

dott. Aldo Duca - presidente

dott. Silvio Fedrigotti – componente

prof. Mario Pederzolli – componente

e la delegazione sindacale composta dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali:

FLC C.G.I.L.                     firmato

C.I.S.L. – Scuola               firmato

U.I.L. FPL - Enti locali         firmato

ANTES Scuola – Lisincos     firmato

Al termine dell’incontro le parti hanno sottoscritto l’accordo provinciale stralcio relativo al biennio economico 2006-2007 del personale ATA e assistente educatore delle scuole ed istituti di istruzione elementare e secondaria, del personale insegnante e dei coordinatori pedagogici delle scuole dell’infanzia e del personale per la formazione professionale della Provincia autonoma di Trento.


ACCORDO PROVINCIALE STRALCIO RELATIVO AL BIENNIO ECONOMICO 2006–2007 DEL PERSONALE A.T.A. E ASSISTENTE EDUCATORE DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI ISTRUZIONE ELEMENTARE E SECONDARIA, DEL PERSONALE INSEGNANTE E DEI COORDINATORI PEDAGOGICI DELLE SCUOLE DELL’INFANZIA E DEL PERSONALE PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO.

 

 

Art. 1
Norma transitoria di prima applicazione del sistema
di progressione economica orizzontale

1. Il comma 4 dell’art. 19 (Norma transitoria di prima applicazione del sistema di progressione economica orizzontale) dell’Ordinamento professionale sottoscritto in data 10 novembre 2004 è sostituito dal seguente comma:

"4. Il passaggio di cui al comma 1 avviene con decorrenza 1° gennaio 2007 per il personale per cui si sia determinato, secondo le disposizioni di cui al comma 1, un quoziente compreso tra 19 e 24; con decorrenza 1° luglio 2007 per i dipendenti per cui si sia determinato un quoziente compreso fra 25 e 30. Il personale per il quale si è determinato, secondo le disposizioni di cui al comma 1, un quoziente compreso fra 31 e 36 è ammesso successivamente a partecipare alle procedure di comparazione di cui all’art. 8, indette a partire dal 1° gennaio 2008, e che avverranno nel limite delle risorse disponibili; a partire dal 1° luglio 2008 parteciperà anche il personale per cui si sia determinato un quoziente compreso fra 31 e 42."

 

Art. 2
Flessibilità organizzativa e didattica

1. Mediante l’utilizzo delle risorse previste dall’art. 96 del CCPL 2002-2005 di data 17 ottobre 2003 ed in attesa di una precisa definizione contrattuale, al personale insegnante della formazione professionale con contratto a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato annuale o fino al termine delle attività didattiche e con almeno 180 giorni di servizio, viene assegnato a decorrere dall’1 gennaio 2004 un compenso di € 1.140,00 annui lordi, per dieci mensilità, al fine di remunerare la flessibilità connessa a ragioni organizzative e didattiche.